Giy Donna Inverno Metà Polpaccio Alto Impermeabile Stivali Da Neve Rian Foderato Di Pelliccia Moda Elastico Fiori Neve Avvio Blu Scuro

B0784N8TSL
Giy Donna Inverno Metà Polpaccio Alto Impermeabile Stivali Da Neve Rian Foderato Di Pelliccia Moda Elastico Fiori Neve Avvio Blu Scuro
  • scarpe
  • sintetico
  • suola di gomma
  • misure: l'albero misura circa 12,2 dall'arco, il tallone misura circa 1,57, l'apertura dello stivale misura circa 16,9 °, la piattaforma misura circa 0,78.
  • anti-skid ,high quality elastic platform flowers round toe ,super warm fur lining comfortable and fashion style. fiori elasticizzati antiscivolo e di alta qualità, punta arrotondata, fodera in pelliccia super calda confortevole e stile moda. perfect for use in winter cold weather. perfetto per l'uso in inverno freddo.
  • scegli la taglia giusta prima di ordinare, se hai il piede largo scegli la taglia più grande.
Giy Donna Inverno Metà Polpaccio Alto Impermeabile Stivali Da Neve Rian Foderato Di Pelliccia Moda Elastico Fiori Neve Avvio Blu Scuro Giy Donna Inverno Metà Polpaccio Alto Impermeabile Stivali Da Neve Rian Foderato Di Pelliccia Moda Elastico Fiori Neve Avvio Blu Scuro Giy Donna Inverno Metà Polpaccio Alto Impermeabile Stivali Da Neve Rian Foderato Di Pelliccia Moda Elastico Fiori Neve Avvio Blu Scuro Giy Donna Inverno Metà Polpaccio Alto Impermeabile Stivali Da Neve Rian Foderato Di Pelliccia Moda Elastico Fiori Neve Avvio Blu Scuro Giy Donna Inverno Metà Polpaccio Alto Impermeabile Stivali Da Neve Rian Foderato Di Pelliccia Moda Elastico Fiori Neve Avvio Blu Scuro
Lugz Womens Grotto Ballistic Fashion Boot Hibiscus / White

Proprio i  piccoli  si sono dimostrati i fan più accaniti di Gabbani: vuoi per lo scimmione portando sul palco di Sanremo, vuoi per le canzoni orecchiabili, sono stati tantissimi i genitori che hanno portato i bambini al concerto. Inevitabile qualche imprevisto dovuto alla calca: la piccola Anna, 8 anni, ha perso la mamma per qualche minuto proprio sotto il palco, ma l’arrivo del cantante ha subito fatto dimenticare la paura. E alle 22 anche la mamma e il papà più reticenti non hanno potuto fare altro che unirsi all’entusiasmo dei figli: « I veri fan sono loro , ma piace anche a noi», raccontano due mamme tenendo per mano i pargoli, già impegnati a intonare “Estate” e “Occidentali’s Karma”. Poco distante, due adolescenti rumoreggiano per l’attesa: «Sono qui da stamattina, spero proprio che non faccia due canzoni per poi andarsene».

Malumore svanito in pochi istanti quando Gabbani compare sul palco, si inchina e saluta la folla: « Che spettacolo, Genova , facciamo partire questa serata», scandisce sui primi accordi di “Magellano”. E qualche minuto dopo, con “Estate”, arriva l’augurio: «Con questa canzone vi voglio augurare delle vacanze bellissime». Ovviamente a tempo di musica.


Per il primo step sindacale, Arcelor Mittal schiera un manager di primissima linea: l’ad dei laminati piani per l’Europa, Geert Van Poelvoorde. È lui il capo delegazione e anche se il confronto con i sindacati non è diretto ma ha bisogno dell’interprete, i concetti arrivano chiari. La prima cosa che Van Poelvoorde evidenzia è che il passaggio dell’Ilva in un gruppo mondiale come Arcelor Mittal non significherà chiusura, nè ridimensionamento. «Ma voi davvero - ha detto rivolgendosi ai sindacati - pensate che Arcelor Mittal possa disfarsi dell’Ilva, perchè è interessato solo al suo mercato, dopo essersi impegnato a spendere 4 miliardi tra prezzo di acquisto, interventi ambientali e investimenti industriali?. Nel lungo termine - ha ribadito il manager - intendiamo produrre al massimo della capacità, massimizzando le attività di finissaggio».

Parte in salita la trattativa di Am Investco per il rilancio dell’Ilva

Il primo messaggio, dunque, è stato quello di rassicurare i sindacati: l’Ilva sarà rimessa in pista. Ma, ha aggiunto Van Poelvoorde, dovrà anche integrarsi in Arcelor Mittal e seguirne le logiche che sono quelle dell’efficienza.

Così quando i sindacati hanno posto un tema delicato come quello dell’occupazione puntando a strappare un’ulteriore apertura - oggi l’Ilva ha 14.200 addetti e Arcelor Mittal, rivedendo l’offerta iniziale, si è già impegnato a ricollocarne 10mila dal prossimo anno e per tutto l’iter del piano sino al 2023 -, Van Poelvoorde è stato altrettanto chiaro.

Secondo quanto riferiscono fonti sindacali, il manager ha confermato i 4mila esuberi, che comunque verrebbero presi in carico dall’amministrazione straordinaria e utilizzati per le bonifiche o “coperti” con la cassa integrazione, e dichiarato che i 10mila al lavoro sono per Arcelor Mittal un numero adeguato a gestire il rilancio dell’acciaieria di Taranto. Sin dai prossimi incontri potrebbe essere presentata un’organizzazione del lavoro che indicherà l’impiego dei decimila addetti.

TGCOM24

Sezioni

Speciali